Le grandi interviste di Solo in Superficie – cineserie

di maia, 14 agosto 2008

(a Francesco)

e dunque signora maia… posso chiamarla signora maia?

no, no, signorina, prego.

bene, signorina, tutti i nostri lettori pendono dalle sue labbra. Cosa si prova ad essere una delle più grandi esperte di cineserie?

mah, le dirò, è un grosso peso.
Soprattutto in tempo di olimpiadi, quando gli occhi di tutto il mondo son puntati su Pechino.

In effetti sembra un compito davvero molto gravoso

Lei non può nemmeno immaginare quanto. Essere perennemente circondata dai vicini di casa, quei quattro vecchiacci sordi e bavosi che fanno più domande dei bimbi piccoli… Che poi non vale neanche la pena di rispondergli, che tanto le risposte se le dimenticano subito!
Comincio a capire i loro poveri parenti che d’estate li abbandonano in città coi pretesti più disparati.
No sai babbo, ti porterei con me… però… sai qui al mare tira troppo un vento fresco, che te ormai sei abituato alla calura cittadina e il cambio climatico ti farebbe schiantare!
No guarda mamma, ti porterei tanto volentieri con me, ma lì alle maldive si mangia di un maaale… Guarda, gli vien mal di pancia a tutti! E infatti è per questo che ti lascio i bimbi. Ma tranquilla, non ti preoccupare per me, fra tre-quattro settimane torno.

Che poi sempre meglio abbandonarli in città che sull’autostrada.
Voglio dire, così un tetto ce l’hanno e alcuni ci hanno pure l’aria condizionata!

Sì, bene… ma, ci dica, come ha fatto a diventare un’esperta così autorevole nel suo campo?

Mi son vista un’intera puntata di quark tempo fa. Gran bella puntata. E anche due o tre puntate di Angela figlio, che c’ha un programma tutto suo, non so se l’ha visto. Fra l’altro son puntate molto più corte, ci si annoia di meno, solo che c’è il rischio che se vai in bagno un attimo ti perdi il finale e magari rimani per tutta la vita col dubbio se Michelangelo se li era poi tolti gli stivali.

Molto interessante… Ma avrà usato anche altre fonti, immagino

Ma certo! Ho approfondito gli studi su wikipedia. Non so se la conosce. Lei va lì, pigia un bottone ed esce di tutto.
E’ così che son diventata la maggior esperta di tango cingalese, fra l’altro.
Per non parlare dei cartoni. Seguo da anni i cartoni animati e lì si vede proprio tutto della loro cultura, degli usi e costumi, dell’abbigliamento…

Scusi, ma i cartoni non sono giapponesi?

Evabbè, non è che ci sia poi tutta questa differenza…
E infine la specializzazione me la son presa praticando tai chi.

Oh, il Tai Chi. Grande disciplina fisico-meditativa che affonda le sue radici teoriche nel taoismo. Questo forse è uno dei modi migliori per penetrare nella cultura cinese. E lei quale stile pratica? Il Chen? Lo Yang?

Ora se era in o ian non me lo ricordo. Però mi ricordo che mi è molto piaciuto. Sono state le due settimane più meditative della mia vita.
Comunque la tecnica non è che sia questo gran mistero, eh.
Dunque si avanza per un po’ di metri (una decina o anche meno, a seconda di quanto è grande la palestra), poi si torna indietro camminando all’indietro, poi si torna in là camminando di lato, come i gamberi, poi si torna in qua, sempre come i gamberi. E alla fine ci si ritrova sempre sul punto di partenza.
Un po’ come fare cyclette o tapis roulant, ma senza attrezzi e facendo molti versi con le braccia.
Poi però la palestra sotto casa ha chiuso… Peccato, perché costava anche poco.

Molto suggestivo.
Progetti per il futuro?

Sì, per un po’ basta filosofia, che dopo un po’ stufa. Adesso vorrei dedicarmi all’arte.
Guardi, se riesco a recuperare quella puntata di Angela mi guardo la fine.
E poi potrà intervistarmi su Michelangelo.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

31 Commenti »

  1. Comment by taniele13 novembre 2007

    Ma perché, gli scaricatori di porto cantano? Se sì, allora, io quale mestiere svolgo?

  2. Comment by cinas13 novembre 2007

    sono per tacere, meglio.
    impegno i neuroni in altro, ehehehe.

  3. Comment by maiaB13 novembre 2007

    caro taniele, certo che sì! mai sentita la loro versione di “la solitudineeee…”

    e il tuo mestiere è facilissimo da indovinare. sei un manichino da grande magazzino. giusto?

    cinsa, che uomo saggio che sei…

  4. Comment by instabile8213 novembre 2007

    ecco, io farei follie per una donna che all’apice del piacere mi chiede di portarla in champions

  5. Comment by maiaB13 novembre 2007

    uhm, instabile…
    e di una che ti canta “il fenomeno! il fenomeno! il fenomeno….” che diresti?

    (dio, che peccato tu sia così giovane!)

  6. Comment by PiccoloBlues14 novembre 2007

    Io so che quando vai a vedere Fiorentina – Juventus ad Alena Seredova fischiano le orecchie: confermi?

  7. Comment by maiaB14 novembre 2007

    confermo. e non solo alla seredova! anche alla mamma di buffon, al padre, al cane…
    è che qui siamo generosi…

  8. Comment by Magosilvan14 novembre 2007

    E meno male che non ha cantato:
    “Tutta la curva!
    Tutta la curva!”

  9. Comment by maiaB14 novembre 2007

    uhm.. e chi te l’ha detto, Mago?
    magari, dopo…

  10. Comment by cybbolo15 novembre 2007

    mi sa che tu sei un perfido bastardo dentro, quello che ci vuole nelle cupe giornate smarronate da problemi esistenziali.
    intanto ti tengo d’occhio.
    poi, in futuro, potrei anche proporti per il premio Notte di Natale.
    piacere della conoscenza.

  11. Comment by maiaB15 novembre 2007

    il piacere è tutto mio!
    ma mi proponi per il premio anche se son donna?

  12. Comment by cybbolo15 novembre 2007

    il premio Notte di Natale in genere è per pie donne casalinghe esemplari e mogli sante di ubriaconi paraplegici o bambini che hanno salvato una foca monaca storpia nella tormenta.
    Io romperei le consuetudini (e forse anche i marroni) presentandoti come bambino prodigio o nano bisognoso.

  13. Comment by cybbolo15 novembre 2007

    ehm, devi scusaare il mio marasma senile, ma ero convinto che tu fossi un maschiaccio.
    nessun problema: ti presenterò al premio Notte di Natale come una casalinga esemplare, tre volte vedova, che ha adottato ventisette gatti soriani in un camera e cucina al quinto piano senza ascensore…

  14. Comment by maiaB15 novembre 2007

    ommadonna!
    no, grazie, allora passo.
    ma grazie lo stesso, eh

  15. Comment by piapalmira14 agosto 2008

    gentile signorina maia, come da promessa fatta dal signor sauro qualche giorno fa, sono a comunicarle la mia rinascita sul fantasico mondo del web. come vede ho cambiato nome, e adesso ne ho due appiccicati. se avrà la bontà di seguirmi, scoprirà anche perché. a presto (ovviamente al ritorno dalle vacanze provvederò anche a metterla nella sezione dei link, per ora assolutamente spoglia) e mi stia bene!

  16. Comment by maia — 14 agosto 2008

    rieccola!
    certo che vengo, anzi, volo!
    bentornata
    anche con due nomi appiccicati!

  17. Comment by bloggointestinale14 agosto 2008

    Comunque quel giornalista lì ha fatto delle belle domande, desso vedo se Rossella può far qualcosa.

  18. Comment by maia — 14 agosto 2008

    signor bloggointestinale, quale onore…
    ma perché limitarsi a Rossella?
    Secondo me quel giornalista lì può benissimo fare l’inviato alle olimpiadi.
    E’ vero che è un po’ mancante in retorica, comunque secondo me il giovine si potrebbe fare…

  19. Comment by Sba14 agosto 2008

    Con sì tanto talento potrebbe fare l’arrotino

  20. Comment by francesco15 agosto 2008

    gran bella intervista, signorina maia, l’ho appena letta in giardino col compiuterino sulle gambine :-)

  21. Comment by maia — 15 agosto 2008

    ma noooo! il computerino sulle gambine a ferragosto nooooo!
    (io invece mi son letta una certa rivista chiamata “l’accalappiacani”. le dice niente? :))

    sba, l’arrotino è un mestiere nobile.
    per anni mio padre ha cercato di convincermi ad imparare l’antica arte.
    ma io niente, cocciuta.
    adesso non sai quanto son pentita…

  22. Comment by Sba15 agosto 2008

    Infatti non credo di aver detto che l’arrotino sia un mestiere poco nobile. E’ l’arte della “chiamata” che lo rende sublime. Anche se, alle 8 della domenica mattina lo ammazzeresti con una carabina calibro 22. Un po’ come certi giornalisti, via…

  23. Comment by maia — 15 agosto 2008

    uhm… dici che è questa tendenza all’uso della carabina che sta facendo sparire tutti gli arrotini?
    dalle mie parti, per dire, non se ne trovano più!

  24. Comment by Alessandro15 agosto 2008

    Ci vorrebbe proprio, un’arrotina donna, che passasse per strada urlando Uominiii, è arrivata l’arrotina!
    Poi vedi, come pullulano.

  25. Comment by Sba15 agosto 2008

    Gli arrotini spariscono perché ormai c’è Miracol Bleid III che mai s’ammoscia e mai si sgasa. E poi anche perché ci sono le fette di prosciutto già fatte in vaschetta, le insalatone bonduelle già tagliate, il parmigiano già grattugiato, la carne già masticata e digerita (gli hamburer), i quattro salti in barella che hanno già le linguine alla giusta lunghezza.

    Cazzo te ne fai ancora del coltello, se non per aggredire i passanti?

    E comunque non mi fiderei di un’arrotina donna, ha quel qualcosa di sadomanza che io non sopporto, sono all’antica, la donna mi piace chioccia, burrosa e un po’ mignotta.

  26. Comment by maia — 16 agosto 2008

    ah, le fette di prosciutto nelle vaschette…
    giusto ieri a cena ne stavo mangiando. ho passato tutta la serata a discutere con mia sorella e il suo fidanzato di che cosa sapessero.
    secondo lei di torta al rabarbaro.
    secondo lui di pesce (ma è marinaio e ormai tutto per lui sa di pesce).
    secondo me di plastica.
    ma, si sa io, ci ho poca fantasia…

  27. Comment by Alessandro16 agosto 2008

    secondo me è perché ti han fregato e ti han fatto mangiare la vaschetta.

  28. Comment by vanna22 agosto 2008

    Complimenti maia complimenti!
    vengo.. dai Templari, che io conosco personalmente! Penso ti possa interessare!
    :-)

    condivido… condivido!

    un saluto, vanna
    ciao

    ti posso linkare?

  29. Comment by maia — 24 agosto 2008

    conosci i templari? personalmente???
    ma allora ne approfitto subito! capirai, finalmente un po’ di notizia sui templari di prima mano!
    e allora dicci, è vero che avevano inventato anche l’aereo molto prima dei fratelli lumiere?
    (o erano i led zeppelin?)

    comunque benvenuta vanna!

  30. Comment by johnny says26 agosto 2008

    se fossi arrotino io frei una strage!! ma l’ arrotina donna però pare che mi vuol piacere!

    lei è geniale cara maia, davvero geniale, se è libera domenica 7 settembre io la sposo! prima non posso ho due funerali…..se vuole posso aspettarla fino al 28 settembre. mi faccia sapere io sono un buon partito sa!

  31. Comment by maia — 26 agosto 2008

    caro johnny, lei è un vero cavaliere
    fra l’altro son venuta a cercare il suo blog ma la signorina di blogspot (che è sempre una signorina a dirti “il numero da lei composto è momentaneamente irraggiungibile”) mi dice sia inesistente.
    e quindi, caro cavaliere inesistente, devo dire che ha gran gusto!
    purtroppo a settembre non ho uno spazietto vuoto che sia uno per sposarmi.
    a dire il vero poi i matrimoni mi mettono tristezza.
    perché invece non mi invita ad uno dei funerali?

*