sorpresa

di maia, 4 aprile 2007

ero lì che commentavo con un mio amico le infinite vie per le quali si raggiunge un blog.
commentavo soprattutto quel signore (perché son sicura si tratti di un uomo) che è arrivato al mio verso le quattro di notte cercando “neri che goduria”.

“poveretto” ho detto, “chissà come ci è rimasto male quando è arrivato qui.

oltretutto il mio blog è molto poco linkato, quindi deve essere comparso in fondo a paginate e paginate di link. immaginati quanto quel tizio ha girato sul web!”
poi per curiosità ho provato io stessa, ho digitato su google “neri che goduria” per vedere quanti link venivano elencati.
in effetti tanti, dice google circa 52.000.

solo che il primo sito che è apparso… è il mio!

ps dice il mio amico che sono già diventata terza.
sic transeat gloria mundi…

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

45 Commenti »

  1. Comment by elica20994 aprile 2007

    Eeeeee, forse “Gianluca Neri, che goduria il suo blog (non è vero)”

  2. Comment by maiaB4 aprile 2007

    mah…
    ci ho ripensato.
    che goduria lo dico in continuazione (sai, per cercar di sentirmi gggiovane…), neri ricordo di averlo usato a proposito dei miei baffi…

    non esattamente quello di cui andava in cerca il signore, credo

  3. Comment by baxx4 aprile 2007

    mah, vuoi vedere che aveva ragione Sauro e da qualche parte c’è un post nascosto con tutte le immaginine allegre?
    qui lussuria ci cova…

  4. Comment by maiaB4 aprile 2007

    beh, l’ho detto che sono appassionata del tenente colombo.
    ricordi quella puntata in cui l’assassino inserisce fotogrammi in un film in modo da inviare messaggi subliminali?
    ecco, io lo faccio nel blog.

    voi non ve ne accorgete, ma siete sommersi da immagini lussuriose…

  5. Comment by Ziby4 aprile 2007

    Giuro che son passato solo per vedere come stavi.
    Controlla pure, spia.
    Stammi bene.

  6. Comment by maiaB4 aprile 2007

    sisi, per l’appunto…
    dì la verità, cercavi anche tu neri che goduria!

  7. Comment by MariaStrofa4 aprile 2007

    ciao, ho digitato *neri che goduria *e arrivai qui. Come mai? Dove hai scritto il post che ne tratta?

    :)

  8. Comment by baxx4 aprile 2007

    ah-ha! ecco perché dopo che mi collego qui comincio a fare strani pensieri!!

  9. Comment by maiaB4 aprile 2007

    maria strofa, l’ho abilmente nascosto.
    ho una rispettabilità da difendere io!

    baxx, gli strani pensieri li fai per colpa dell’orzata…

  10. Comment by maiaB4 aprile 2007

    ps son proprio maleducata.
    un caloroso benvenuto a maria strofa!

  11. Comment by elica20995 aprile 2007

    MMhhh, proprio no, ma si sa, di gente strana ne gira!

  12. Comment by maiaB5 aprile 2007

    dici che qualcuno potrebbe essere interessato ai mie baffetti neri?

  13. Comment by elica20995 aprile 2007

    Miiiiii i baffetti neri, donna barbuta….

  14. Comment by taniele6 aprile 2007

    Poteva cercare anche il Chinotto Neri, che alle quattro di notte è un comunque una perversione, no?

  15. Comment by maiaB6 aprile 2007

    si, decisamente.
    alle quattro di notte, qualunque cosa è una perversione…:)

  16. Comment by utente anonimo7 aprile 2007

    Misteri delle chiavi di ricerca…

  17. Comment by aquatarkus11 aprile 2007

    schiacciare i punti Neri, che goduria!

  18. Comment by utente anonimo1 settembre 2007

    Oh guarda, io sto con lo scrittore, non fosse altro perché a scuola scrivevo bei temi ma molto sintetici e invidiavo chi aveva il dono della prolissità.
    kaos

  19. Comment by cinas1 settembre 2007

    bè, non è uno dei più belli, eh.

    però ne hai scelti altri carinissimi (avoledo, meglio il primo).

  20. Comment by baxx2 settembre 2007

    e che dire del mio Tartre di Céline? 11 euri per 5 pagine 5 di testo e 6 di frammenti epistolari che in quanto frammenti sono giustamente incompleti? potrei passartelo, per la prossima vacanza…

  21. Comment by maiaB2 settembre 2007

    eheh, lo so cinas. in realtà gli altri suoi mi son piaciuti, è che adoro fare la rompiglioni, è più forte di me :)

    kaos, io pure ero molto sintetica (anche se a leggermi qui non si direbbe…) una mia sorella invece faceva sempre temi di due-tre fogli protocollo.
    la professoressa di italiano confessò poi di non averli mai letti per intero…

    baxx, decisamente mi batti.
    vada per lo scambio culturale!

  22. Comment by maiaB2 settembre 2007

    ps cinas, “scelti” è una parola grossa.
    diciamo che sono i libri a scegliere me!

  23. Comment by saulle2 settembre 2007

    eccola qui la bella maia ritornata dalla vacanza, le foto, vogliamo vedere le foto
    ciao maia

  24. Comment by maiaB2 settembre 2007

    le avrete le foto.
    di colonnati e statue e mare…

  25. Comment by Orazio702 settembre 2007

    Heyt, Maia, Durrenmatt è assolutamente da leggere! Ma non quelle cosine lì. Prenditi “Il giudice e il suo boia” oppure “La promessa”. Terza scelta, “Il sospetto”. Se invece vuoi proprio spendere di più per poco, imperdibile è il racconto “La panne”. P.S. Grazie per gli auguri.

  26. Comment by maiaB2 settembre 2007

    la si figuri, Orazio. mi sembra il minimo :)

    ecco, io ho già due dei libri da Lei citati, più “greco cerca greca”. come cado?

  27. Comment by Orazio703 settembre 2007

    Direi che non cade. Si regge onorevolmente in piedi. Più che onorevolmente.

  28. Comment by maiaB3 settembre 2007

    via, mi rassicuri.
    è che con lui ho un rapporto strano. la morte della pizia mi è piaciuto. soltanto mi ha lasciato in bocca una sensazione… come di incompiuto.
    come di una promessa in parte tradita…

  29. Comment by utente anonimo3 settembre 2007

    adoro la sintesi, io che per scrivere un commento ho riempito il box e poi via via, per un’ora, ho tagliato il superfluo.
    ciao
    mario

  30. Comment by maiaB3 settembre 2007

    e io adoro te, mario 😀
    (abbastanza sintetica?)

  31. Comment by Magosilvan3 settembre 2007

    Io ho fatto come Rutelli, di cui avevo letto un’intervista prevacanziera, ho portato con me 15 libri, non avrei mai potuto essere da meno.
    Poi non ne ho letto nemmeno uno, esattamente come CiccioRutelli.

  32. Comment by maiaB3 settembre 2007

    oddio, CiccioRutelli no!
    imita Bossi, imita Berlisconi, imita pure Mastella se ti pare, ma Cicciobello no!

  33. Comment by xantology3 settembre 2007

    E no! E no! Qui si precipita nell’imprecisione!
    Rutelli parlò diversamente:
    http://www.xantology.com/2007/07/06/ammaniti-ammaniti-ammaniti/
    e fare come lui suggerisce è impossibile finché 1>0.

  34. Comment by maiaB3 settembre 2007

    caro antonio, mi stupisco di te!
    l’infinito non è impossibile. anzi, è una delle entità più importanti in matematica!

    impossibile sarebbe n (letti) su zero comprati. (anche se in questo caso la matematica non tiene conto dei numerosi casi di prestiti di libri fra lettori)

    mentre quello che dice rutelli è infinito comprati per infinito-n letti.

    però, visto che il limite con t che tende a infinito di n è zero, il limite con t che tende a infinito di (infinito-n) è infinito! quindi il tutto diventa infinito per infinito.

    chiaro?

  35. Comment by utente anonimo4 settembre 2007

    Be’, se t’è piaciuto così tanto Durrenmatt allora non ti resta che CORRERE a vedere Inland Empire di David Lynch. Perché?
    1) Dura più o meno il tempo che occorre a leggere il libro di cui parli (3 ore)
    2) Anche il film di Lynch è un “Luogo dell’azione, un labirinto fatto di specchi che riflette immagini all’infinito… un gioco di rimandi fra l’essere e la sua ombra”
    3) Esiste una versione doppiata in italiano, forse non lo era quella che ho seguito, infatti non ci ho capito nulla.

    Che vuoi di più?

    (Forse devo decidermi a trovare un metodo diverso per scegliere i film?)

    http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=36002

  36. Comment by utente anonimo4 settembre 2007

    Il cinefilo sotto sono io..
    (ferrigno) 😉

  37. Comment by maiaB4 settembre 2007

    caro andrea, 3 ore???
    te l’ho detto, alla fine ho letto la quarta di copertina e, tenuto conto delle distrazioni balneari e delle interruzioni degli pseudoanimatori, più di 3 minuti non mi ha preso!

    :)

    lynch?
    a me lynch fa paura.
    paura nel senso più profondo. quello cioè di uscire dal cinema (o alzarmi dal divano) senza aver capito niente…

  38. Comment by baxx4 settembre 2007

    tranquilla, Maia, con “Inland Empire” vai sul sicuro: pare che nemmeno Lynch abbia le idee chiare riguardo al significato. personalmente non ci ho capito un tubo, ma lo considero un dettaglio… della visione non sono affatto pentito.

  39. Comment by maiaB4 settembre 2007

    dici che lo devo guardare come normalmente guardo un quadro di mirò?
    è che se non capisco cado nello sgomento…
    poi magari mi piace pure quel che vedo, ma in modo triste…

  40. Comment by baxx4 settembre 2007

    qualcosa del genere… lui ha detto che gli piaceva l’idea di costruire un film come se fosse un sogno e di inchiodare lo spettatore alla sedia nonostante l’assenza di una trama. bè, c’è riuscito. quanto alla tristezza non preoccuparti, tanto con Lynch c’è poco da ridere…

  41. Comment by maiaB4 settembre 2007

    via, mi avete convinta.
    ahh, se non avessi voi a consigliarmi…

  42. Comment by maiaB4 settembre 2007

    ehm, la sedia me la sono portata a casa alla fine del I tempo (di tre), è che dovevo svegliarmi presto il giorno dopo…

  43. Comment by Error — 4 settembre 2007

    e così non sai com’è finito???
    e come fai?
    io non potrei mai rimanere con questi dubbi irrisolti…

  44. Comment by gerypa3 gennaio 2008

    Io mi interrogo da mesi su chi è quel tale che arriva nel mio blog digitando “sodomia pensionati”.
    Però sono al primo posto su Google per “culi dei vip”! Sono soddisfazioni…

  45. Comment by Maia — 3 gennaio 2008

    ma caro/a gerypa, son queste le soddisfazioni della vita!
    complimenti

*