Tenero Amore

di maia, 21 settembre 2010

Che poi io quel pacchetto lussuoso l’ho subito aperto, del resto come resistere ad un così vibrante appello alla Cultura1?
E come resitere alle promesse di un titolo come “Tenero Amore”? Niente, ho lacerato febbrilmente l’involucro ed ho subito scorso il libro alla ricerca di notizie sull’Autore. Quale modo migliore per avvicinarsi all’Opera? Epperò mi son trovata di fronte ad una biografia così vivida, così piena, così esemplare, da non riuscire più ad andar oltre.
Questa vita, mi son detta, non può rimanere nascosta, una vita così va diffusa, va fatta girare il più possibile. Che serva da monito ed esempio alle giovani genti!
E per questo io la diffondo.
Ecco, questo è il profilo2. Prendetene e godetene tutti.

Eveline Bloom

È uno dei pilastri della vita culturale
e musicale di Denver, sua città natale.
Scrivere romanzi è, infatti,
solo una delle sue numerose attività.
Eveline è un’artista a tutto tondo,
oltre a suonare divinamente il pianoforte,
dipinge e scolpisce con passione.
Alle sue mostre, in genere personali,
sono presenti sempre
numerose personalità locali.
In particolare si dedica con costanza,
in qualità di presidente
del consiglio direttivo,
alla Corale Classica
e alla diffusione di nuovi metodi
per l’educazione musicale nelle scuole,
a cui allude esplicitamente
in questo suo ultimo romanzo.
Nonostante i continui impegni
non ha mai abbandonato
la sua principale attività,
essere madre di quattro figli
e ora anche nonna di due nipotini,
i quali non perdono mai occasione
per ricordarle che ha ancora
il fascino e l’energia di una trentenne.
Energia che ha ultimamente
dimostrato conseguendo
insieme all’amatissimo marito
il brevetto di pilota aereo.

  1. ricordo che il libro è un gentile omaggio offerto dalla casa editrice Armando Curcio Editore con “l’intento di diffondere la Cultura e l’amore per la lettura” []
  2. disclaimer: nulla di ciò che segue è frutto della mia fantasia, ogni singola parola, virgola e a capo è stato fedelmente ricopiato dall’originale []

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

2 Commenti »

  1. Comment by Vaniglia22 settembre 2010

    Wow!!! Lo voglio anche io l’amatissimo pilota d’aereo, per il brevetto da marito, magari anche no… (Mi pare che forse ho fatto confusione)

  2. Comment by maia — 22 settembre 2010

    ti capisco. è che di fronte a tanta tantitudine si rimane allocchiti

*