Crea sito

Femminile, singolare: assoluti

di maia, 24 febbraio 2010

Lui: ma diobonino, duecentocinquanta euro per una borsa?!?
Lei: amore, te proprio non ci arrivi. Per noi donne una borsa è più di un oggetto. E’ una metafora. Un’allegoria del nostro modo di essere, della nostra generosità, della nostra accoglienza. E’ simulacro del grembo materno, è parte essenziale del nostro essere “la-metà-del-cielo-che-dona”, che accoglie, che genera la vita. Toglici la borsa, ed è come toglierci un pezzetto dell’anima. Se poi chiedi “perché proprio questa?” vuol dire che ancora non hai capito. Appena l’ho vista, l’ho riconosciuta. E’ lei il mio pezzo mancante. E’ lei che dovevo avere. Una donna la borsa non se la sceglie. Una donna la borsa “la sente!”
Lui: toh, guarda, la Cesira ce l’ha uguale!
Lei: dio, forse sono in tempo a cambiarla.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

2 Commenti »

  1. Comment by metropoleggendo25 febbraio 2010

    e si vede che sentivate la stessa cosa!

  2. Comment by maia — 25 febbraio 2010

    finalmente qualcuno che mi capisce…

*