Cipolle – ovvero: Il linguaggio dell’amore

di maia, 19 febbraio 2010

Dita_Von_TeeseRegola numero uno in amore: non ti fidare di ciò che ti vien detto. Mai.
Non si può prender per buono quello che ti dice il partner. Ogni frase, ogni parola va filtrata e analizzata per comprenderne il vero significato.
Ora, non è che ogni conversazione abbisogni di uno studio approfondito, eh. Che altrimenti non ne usciremmo.
Dipende dalle situazioni, dal grado di intimità (leggi: durata del rapporto) della coppia e da chi è a parlare.
Se il partner è donna, infatti, la verità si nasconderà sotto qualche strato di non detto e di “se mi ami lo devi capire da solo”. Ma all’uomo, si sa, nonostante quello che va ripetendo alla sua (dilui) legittima compagna, non è vero affatto che gli piace il disvelamento lento, lo spogliare capo a capo, nemmeno quando si tratta del corpo di una donna. Il maschio soffre di problemi di attenzione. Se lei, la donna, di veli ne porta troppi, addosso, lui dopo un poco si stufa, smette di svelare e accende la tv12.

Se a parlare, invece, è l’uomo, il lavoro di scavo è molto meno intenso. Lui si stufa presto, ricordate?
In più i significati nascosti tendono ad essere sempre gli stessi e a presentarsi in modo schematico.
Questo lo porta a interpretare le parole della compagna con la stessa ripetitività e schematicità.
Un esempio: – caro, ho freddo!
nella sua mente diverrà – caro: ho voglia di fare sesso selvaggio.
Oppure: – caro, cosa diamine hai combinato al letto, hai aggrovigliato tutte le lenzuola. Non ci riesco a dormire in un letto così! Allora preferisco dormire per terra!
nella sua mente sentirà: – caro, ho voglia di fare sesso selvaggio. Sul pavimento!
E viceversa.
Quando un uomo ti dice: – amore, adoooro come maneggi il css, sei bravissima ad usarlo, stai sicura che si sta pensando a qualche cos’altro.
Potrei andare avanti a lungo, gli esempi sono infiniti.
E purtroppo ben noti a tutte noi.
Che però quando ci troviamo di fronte al nostro uomo, ci dimentichiamo di tutta la teoria e ci caschiamo ogni volta.
Il mio fidanzato, per dire, quando mi dice: – dai, vieni a Cuneo, che è bellissimo, è caldissimo, è quasi primavera! io lo dovrei capire che in realtà lassù sta nevicando come dio la manda e che se proprio ci devo andare, dovrei mettermi in moon boot e piumino. E invece no, al solito arrivo ogni volta lassù, armi e bagagli. E i bagagli son pieni di microbikini e tanga brasiliani.

  1. basta una semplice prova pratica. Potete farla anche comodamente a casa vostra. Provate a vestirvi da cipolla di montagna, con tuta da neve e vari maglioncini uno sull’altro. Mettete rai1 e iniziate a spogliarvi al suono della musichina sexy che esce dalla tv. Disvelatevi piaaano, lentamente e sensualmente. Bene. Adesso osservate se il vostro lui sta guardando il vostro spogliarello o se per caso sta sbavando sul monitor della tv in cui la Von Teese si sta strusciando addosso un’oliva gigante! []
  2. chiaramente la differenza di appetibilità sessuale fra voi e la Von Teese sta nel fatto che lei, la Von Teese parte già seminuda e voi siate ancora con tre magliette, due collant di lana e la canotta della salute []

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

9 Commenti »

  1. Comment by m19 febbraio 2010

    Non siamo esattamente come ci descrivi, però dato che ciò che hai scritto è un tentativo di sintesi, chiuderò un occhio.

  2. Comment by maia — 19 febbraio 2010

    come no! ero convinta convinta…

  3. Comment by salvo22 febbraio 2010

    funziona perfettamente così! hai ragione.. 😀

  4. Comment by maia — 22 febbraio 2010

    eh, grazie salvo.
    del resto quest’analisi è frutto di una lunga e laboriosa ricerca sul campo…

  5. Comment by ms — 15 luglio 2010

    meglio del national geographic, vista la mia situazione contingente. come avere una specie di sorella maggiore che ti spiana la strada, praticamente. solo che siamo coetanee 😀

  6. Comment by maia — 15 luglio 2010

    ah, non è mica un caso. io sono molto più vecchia della mia età!

  7. Comment by ms — 15 luglio 2010

    ma non ti avevano dato 12 mesi di meno? Non imbrogliare, veh! 😀

  8. Comment by maia — 15 luglio 2010

    ma certo, FISICAMENTE, sono più giovane della mia età (di ben 12 mesi). è MENTALMENTE che sono anziana. (lei comunque è una lettrice attentissima, eh :))

  9. Comment by ms — 21 luglio 2010

    (He sì, ho un mucchio di difetti e una memoria casual :-D)

*