Crea sito

testimonial

di maia, 22 aprile 2007

ricevo e volentieri pubblico un comunicato stampa del Maggio Musicale Fiorentino.

“Il Festival più antico d’Italia lancia una nuova campagna pubblicitaria per un nuovo pubblico. E in Teatro, foyer con merchandising firmato, rete wireless gratuita e maxischermo.

Istruzioni per l’inaugurazione.
(istruzioni per l’inaugurazione? Cioè un bugiardino dell’evento? Ma ci saranno indicati anche posologia ed effetti collaterali?)

Firenze – Nuovi volti per un nuovo pubblico: sono MARIA GRAZIA CUCINOTTA, PIERO CHIAMBRETTI e PHILIPPE DAVERIO i testimonial della campagna pubblicitaria ideata per il Maggio Musicale Fiorentino, personaggi che non fanno parte del mondo abituale della musica classica ma del pubblico, per parlare, attraverso la rivisitazione di slogan famosi di grandi marche, ai nuovi potenziali spettatori. (…) Presso il bookshop, oltre a libri e dischi, si potranno acquistare souvenir personalizzati “Maggio Musicale Fiorentino” come i quaderni Moleskine, t-shirt Robe di Kappa, sculture a tiratura limitata di Marco Lodola. (…) I ritardatari potranno d’ora in poi consolarsi con il maxischermo Sony collocato nella caffetteria, e seguire in tempo reale ciò che accade in palcoscenico.”

Ora, con tutto l’affetto per l’istituzione, qualche perplessità è d’obbligo.

Va bene il collegamento wireless gratuito nel foyer, utilissimo. Chi è che non si porta un notebook a teatro e che soprattutto non sente l’impellente esigenza di controllare gli accessi al proprio blog durante l’intervallo?

Va bene il merchandising spinto, da qualche parte i soldi li devono pur prendere. Va bene il maxischermo, rigorosamente Sony, per i ritardatari, che ora potranno gustarsi lo spettacolo comodamente sistemati in piedi in caffetteria, magari mentre bevono un gustosissimo caffè kimbo ed un amaro Lucano.

Vanno bene anche i testimonial. In fondo la pubblicità è l’anima del commercio ed è logico aspettarsi che appena uno, fosse pure una persona cui non frega niente di musica classica, vede lo spot del Festival fatto da personaggi famosi, si precipiti ad acquistarne i biglietti.

Va bene che uno dei testimonial suddetti sia Philippe Daverio, uomo di cultura che di arte parla come pochi (e se non ci avesse messo gli occhi sopra mia sorella, sinceramente un pensierino ce lo farei io…).

Posso capire, dopo primo un attimo di smarrimento, del perché un altro testimonial sia Chiambretti. La sua presenza vuol sicuramente essere un omaggio (arguto, devo dire) ad uno dei personaggi de “L’oro del Reno“, in cartellone quest’anno.

Ma la Cucinotta… beh, la scelta della Cucinotta mi lasciava molto perplessa.

Fino a quando non l’ho vista in questa foto d’epoca, in cui interpretava una struggente Violetta.


RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

20 Commenti »

  1. Comment by xantology21 giugno 2007

    maiab(ella), sbaglio o vai ancora allo stadio? Smetti, non è difficile. *Niente soldi per il calcio italiano* è un principio fondamentale.

  2. Comment by maiaB21 giugno 2007

    certo che ci vado allo stadio!
    ognuno ha diritto a buttare i soldi come meglio crede.

    c’è chi si gioca i miliardi sul 52 ritardatario a venezia, io non posso spendere 200 euro per un abbonamento allo stadio?
    le probabilità di vincere sono quasi le stesse in entrambi i casi, ovvero praticamente nulle, ma almeno si prova il brivido… :)

  3. Comment by xantology21 giugno 2007

    E allora vacci allo stadio, però non ti lamentare sul blog delle porcherie. Per una che sai, ce ne sono mille che non sai.

  4. Comment by maiaB21 giugno 2007

    certo che ci vado allo stadio.
    e certo che continuo a criticare sul blog, per strada, al bar, sul bus…

    ma te mi sei vero tifoso o no?
    non sai che il vero motivo per cui si è tifosi (non della juve o del milan) è potersi lamentare di come vanno le cose nel calcio?
    mica penserai che si tifi perché convinti davvero che si possa vincere!

    è una specie di “terapia della rabbia” di gruppo :)

  5. Comment by xantology21 giugno 2007

    Toh, beccati Matarrese allora. “Ne abbiamo viste tante in questi ultimi anni, ormai il mondo del calcio è abituato a queste cose. Sono sicuro che si concluderà tutto con un nulla di fatto”. Così il presidente della Lega Calcio, Antonio Matarrese, all’uscita dal Consiglio Federale a Roma, commenta i recenti sviluppi relativi alle indagini sui bilanci di Milan e Inter.

  6. Comment by maiaB21 giugno 2007

    guarda che queste dichiarazioni fanno solo il mio gioco.
    vogliono dire più polemiche, più carne al fuoco!

    non vedo l’ora di tornare a casa in bus.
    chissà che meraviglie si sentiranno uscire dalle bocche dei vecchini infervorati :)

  7. Comment by maiaB21 giugno 2007

    (xantò, credo tu mi abbia fraintesa.
    io non credo affatto che ci siano cavalieri senza macchia in questo mondo.
    le cose da salvare sono davvero poche.
    magari il bel gesto di un giocatore talentuoso, la bella giocata di squadra.

    sarà poca cosa, ma a me piace lo stesso:))

  8. Comment by xantology21 giugno 2007

    Ma se ottenebrata dal tifo una volta mi dicesti che della valle, poverino lui, era una vittima. Una cosa da sbellicarsi dalle risate. Il problema è quello: il tifo ci acceca e regaliamo soldi a dei delinquenti.

  9. Comment by maiaB21 giugno 2007

    credo che quello che ti dico in privato dovrebbe rimanere… privato, appunto 😉

    quella volta lì stavamo parlando di un caso specifico, di una reazione specifica ad una situazione specifica, ampiamente documentata dai verbali.

    sono ancora convinta che certi errori (perché sempre “errori” li ho definiti, anche in privato) fossero il risultato di un errato tentativo di autodifesa.
    tutto qui.

  10. Comment by xantology21 giugno 2007

    E lo vedi che ci ricaschi :)
    “un tentativo autodifesa”. Hi hi. Poverino, anche Provenzano si difendeva.

  11. Comment by maiaB21 giugno 2007

    io sarò ottenebrata, ma anche te non scherzi… :)

    antò, fa caldo!

  12. Comment by whiteluke21 giugno 2007

    …chi ama il calcio allo stadio…non può non andare…sentire il tifo…Maia…vai all’Artemio Franchi…non smettere mai di farlo…non smettere mai di amare la Viola…come non io non smetterò mai di amare il mio Vecchio Balordo…ci hanno mandato all’Inferno…ma siamo tornati…più forti di prima…Milan…Inter…Juventus…quello non è calcio vero e genuino…il tifo Viola…come quello Genoano…pur con “l’odio” che da sempre ci divide…sono formati da tifosi veri…

  13. Comment by maiaB21 giugno 2007

    ciao whiteluke
    non preoccuparti, non smetto di certo di andarci allo stadio :)

    e bentornati in A,
    quest’anno sarà ancora più divertente il campionato.

  14. Comment by utente anonimo22 giugno 2007

    Ci deve essere qualche nesso fra il nome del pm, Nocerino, e il fatto che la Juve abbia acquistato il giocatore Nocerino. Oppure è solo un inevitabile segno del destino.
    kaos

  15. Comment by maiaB22 giugno 2007

    Kaos, stai dicendo che la Juve non si limita più a comprare arbitri e giudici con soldi e favori, ma adesso promette loro addirittura di giocare in serie A?

  16. Comment by tabagista19869 luglio 2007

    l’ insopportabile xantology non si perde una partita secondo me

  17. Comment by maiaB9 luglio 2007

    l’insopportabile xantology si diverte a stuzzicarmi
    (e soffre di una strana paranoia che gli fa credere ci siano i della valle dietro a quasi tutti i mali della società italiana… ma non è così cattivo in fondo)

    benvenuto tabagista

  18. Comment by xantology9 luglio 2007

    @tabagista
    “l’ insopportabile xantology non si perde una partita secondo me”. E’ stato vero fino a qualche anno fa, ora sono guarito.

    @maia
    “si diverte a stuzzicarmi”, vero.
    “e soffre di una strana paranoia che gli fa credere ci siano i della valle…”, falso. Cerco solo di toglierti i paraocchi da tifosa, che poi sono il motivo per cui certa gente entra nel calcio.

  19. Comment by maiaB9 luglio 2007

    oddio, di nuovo…

    mi son tolta i paraocchi, va bene?
    però allo stadio ci vado lo stesso :p

  20. Pingback by L’ultima tempesta : Solo in superficie25 aprile 2008

    […] affidata a dei tipi che ritengono il punto forte della manifestazione sia il negozio di gadget, che assoldano la Cucinotta quale promoter della cultura alta e che non rileggono nemmeno i comunicati stampa che scrivono [↩] Postato in arte varia, […]

*